Il Giorno Della Civetta

Author: Leonardo Sciascia
Publisher: Adelphi Edizioni spa
ISBN: 8845970000
Size: 20.85 MB
Format: PDF, Kindle
View: 259
Download
Pubblicato nel 1961, Il giorno della civetta è l’opera più nota di Leonardo Sciascia, nonché la prima rappresentazione romanzesca della mafia, capace di diradare la nebbia dell’omertà e di illustrare il passaggio di Cosa Nostra dal mondo contadino a quello degli appalti, delle commesse e di altre realtà «cittadine», non più regionali ma nazionali e internazionali.

Leonardo Sciascia Il Giorno Della Civetta

Author: Elisabetta D'Amato
Publisher: GRIN Verlag
ISBN: 3638104060
Size: 75.33 MB
Format: PDF
View: 2768
Download
Seminar paper from the year 2001 in the subject Romance Languages - Italian and Sardinian Studies, grade: 2,0, Johannes Gutenberg University Mainz (FASK), course: Italienische Literatur des 20. Jahrhunderts, 4 entries in the bibliography, language: Italian, abstract: Introduzione «La verità è nel fondo di un pozzo: lei guarda in un pozzo e vede il sole o la luna; ma se si butta giù non c’è più né sole né luna, c’è la verità”.(1) Quale enigmatico messaggio l’anziano capomafia siciliano vuole suggerire al capitano dei carabinieri, protagonista di questo romanzo di Sciascia, durante l’interrogatorio in caserma? Il capitano Bellodi è un “continentale”(2), proveniente dall’Emilia, si trova in servizio in Sicilia e viene dunque confrontato con una realtà diversa, a lui nuova, complessa di un’isola dalla storia millenaria e con il mistero di numerosi delitti a cui il lettore sarà partecipe. Seguendo il capitano nella sua indagine, il lettore viene coinvolto in due dimensioni di ricerca: primo nell’individuazione dei colpevoli, per la quale è necessario di trovare le prove d’accusa a carico dei personaggi implicati. E secondo la scoperta della cultura e degli atteggiamenti dei siciliani. Anche la narrazione viene condotta su due piani, quello dell’inchiesta da parte delle forze dell’ordine e quello delle complicità che subentrano per fermarla o vanificarla. In questo modo sospetti, intuizioni e piccoli indizi attirano l’interesse e l’attenzione del lettore e nello stesso tempo le rendono inquieto perché questo tipo di narrativa del poliziesco è carica di allusioni che coinvolgono il lettore in interrogativi che dalla dimensione testuale continuamente rimandano alla realtà storica. L’invenzione e storia, intrigo poliziesco e elementi della realtà sociale e politica del nostro tempo si mescolano dunque in questo famoso romanzo “giallo” in cui l’autore modifica il personaggio tradizionale del poliziotto che consegna alla legge i malfattori, all’interno di una indagine che porta paradossalmente verso una possibile verità e verso l’impossibilità di affermarla. [...] _______ 1 L. Sciascia, Il giorno della civetta, Perugia, Adelphi Edizioni e la Nuova Italia Editrice, 1993, p. 114 2 L. Sciascia, op. cit., p. 14

Methods Of Murder

Author: Elena Past
Publisher: University of Toronto Press
ISBN: 1442643889
Size: 65.42 MB
Format: PDF
View: 6666
Download
Past traces the roots of the twentieth-century literature and cinema of crime to two much earlier, diverging interpretations of the criminal: the bodiless figure of Cesare Beccaria's Enlightenment-era On Crimes and Punishments, and the biological offender of Cesare Lombroso's positivist Criminal Man

Mammiferi Italiani

Author: Raffaella De Santis
Publisher: Gius.Laterza & Figli Spa
ISBN: 8858125053
Size: 20.76 MB
Format: PDF
View: 7174
Download
Trenta racconti paradossalia definire l'italianità, a sfatare i sacri valori italici perché, come scriveva Ortega y Gasset, il carattere nazionale, come ogni cosa umana, non è un dono innato, ma una costruzione. Un viaggio nello spazio e nel tempo in cui l'attualità si mescola alla storia, la vita vera alla letteratura. Un libro di storie sui nostri tic, sui cliché che ci portiamo dietro, sulle nostre paure e passioni. Protagonisti di queste storie sono individui anonimi e personaggi illustri, scrittori, artisti, intellettuali. C'è una signorina che nel dopoguerra partecipa a una seduta spiritica per trovare marito e c'è la baronessa di Carini, che nella Sicilia del XVI secolo viene uccisa perché trovata a letto col suo amante. C'è il latin lover di provincia che mostra il petto villoso e c'è Melville che cammina per le strade di Roma fiaccato dall'aria malsana della capitale. C'è la ricca donna americana che spende tutti i suoi beni per venire in Italia a imparare il belcanto e c'è Goethe che si commuove ascoltando i gondolieri cantare lungo i canali di Venezia. Un album di bozzetti su pregi e difetti di vari esemplari di mammiferi italiani, sinceri e bugiardi, geni e truffatori, allegri o pessimisti. Sappiamo essere anarchici e nazionalisti, cattolici e miscredenti, ingenui e machiavellici, senza che una narrazione sia più vera dell'altra. «La signora Grosso per qualche mese fu al centro dell'attenzione dei media per aver predetto l'assassinio di John Fitzgerald Kennedy e indicato il nome del vero colpevole. Non quello arrestato e poi finito da una pallottola, ma un altro che nessuno conosceva, un tale Jacob Fulthon Ills. La signora abitava a Torino in un appartamento tenuto bene e passava le sue giornate comunicando con extraterrestri. Era stato Ithacar, un marziano dai tratti nordici, ad avvertirla che il presidente americano era in pericolo di vita. Quel giorno la Grosso inviò il messaggio alla Casa Bianca, dove fu cestinato come i deliri di una mitomane. JFK fu assassinato il 22 novembre di quell'anno. Che cosa spinse la signora a volersi occupare di politica internazionale da protagonista? Germana Grosso è stata una dei tanti chiaroveggenti, ciarlatani, maghi, che affollano la scena del nostro paese. Gioca a favore la nostra inclinazione all'esoterismo spicciolo, sia quello dei fratelli massoni, delle madonnine che piangono o dei cornetti di corallo nel portafoglio. Noi italiani siamo mitofili: inseguitori di storie irrazionali e racconti miracolosi. Per questo agli scrittori basta osservare i fatti di cronaca per trovare storie da raccontare. Dino Buzzati rimase sedotto dalle vicende della signora Grosso. Volle andare a trovarla. Ne venne fuori un racconto intitolato La signora ch'è stata sulla luna.»

Leonardo Sciascia Il Giorno Della Civetta Una Analisi

Author: Davide Bonmassar
Publisher: GRIN Verlag
ISBN: 3640865340
Size: 46.69 MB
Format: PDF, Mobi
View: 4239
Download
Seminar paper from the year 2002 in the subject Romance Languages - Italian and Sardinian Studies, grade: 2, Dresden Technical University (Romanistik), language: Italian, abstract: Sull' autore "Un critico letterario dei nostri giorni ha dichiarato che non riesce a capire come si possa legare ad un luogo una vita, e l'opera di tutta una vita; da parte nostra non riusciamo a capire come si possa fare critica senza aver capito questo inalienabile ed inesauribile rapporto, in tutte le sue infinite possibilita di moltiplicarsi e rifrangersi, di essere rimosso e nascosto. Nessuno e mai riuscito a rompere del tutto questo rapporto, a sradicarsi completamente da questa condizione; e i siciliani meno di altri" 1. Voglio citare queste parole di Sciascia stesso per ribadire la necessita di collegare l'opera di un autore con la sua biografia. Analizzando Sciascia ed in particolare Il giorno della civetta risulta indispensabile fare riferimento ad alcuni elementi biografici dell'autore per comprendere appieno il contesto "siciliano" dell'opera. Con cio non intendo stendere qui una biografia completa dell'autore, ma semplicemente porre l'attenzione su alcuni avvenimenti collocati tra il 1921 (data di nascita) ed il 1961 (data di pubblicazione de Il giorno della civetta), che hanno un loro riflesso nel romanzo e che ne vengono a costituire il contesto. Uno degli elementi che piu spesso emergono dall'opera di Sciascia e il contatto con il mondo delle zolfare, le minire di zolfo in Sicilia. I suoi antenati vi avevano lavorato fin dall'inizio del secolo ed il padre vi lavorava ancora quando Sciascia era un bambino. Quello della zolfara era un ambiente molto difficile: l'arretratezza delle tecniche estrattive porta ad un grande sfruttamento degli operai, spesso donne e bambini, che sono costretti a vivere in condizioni terribili. Il mondo delle zolfare era tipico della Sicilia e costituisce anche un tema ricorrente nella letteratura siciliana (Pirandello, Verga...); Sciascia, da buon l"

A Futura Memoria

Author: Leonardo Sciascia
Publisher: Adelphi Edizioni spa
ISBN: 8845978699
Size: 23.57 MB
Format: PDF, ePub
View: 5364
Download
Dall’omicidio-suicidio di Calvi all’assassinio del generale Dalla Chiesa, dal caso Tortora al maxiprocesso di Palermo e ai «professionisti dell’antimafia»: sono i temi che Sciascia affronta – determinato a «tirare il collo» a retorica e falsificazione – negli eretici e taglienti articoli qui radunati. Articoli sempre seguiti da furenti polemiche e infamanti accuse (quella di «fare il gioco della mafia», ad esempio) e che non lasciano dubbi: Sciascia è il più ‘scomodo’ fra gli scrittori italiani. O meglio: il più impavidamente fedele al compito dell’intellettuale, quello cioè che gli detta «l’intelligenza, unita a una somma di conoscenze e mossa ‒ principalmente e insopportabilmente ‒ dall’amore alla verità».