Verso Una Architettura

Author: Corbusier Le
Publisher: Longanesi
ISBN: 8830442372
Size: 71.70 MB
Format: PDF
View: 4426
Download
Con questo libro, apparso nel 1923 (e pubblicato la prima volta in Italia da Longanesi nel 1973), Le Corbusier avviò il suo irruente dialogo con il pubblico e gli architetti destinato a svilupparsi nei successivi quarant’anni in innumerevoli pubblicazioni e in opere costruite e progettate tra le più importanti dell’architettura moderna. Oltre a essere il primo e il più illustre testo della famosa collezione dell’«Esprit Nouveau», Verso una Architettura costituisce uno dei maggiori documenti della cultura parigina ed europea di quegli anni. Nella sua giovanile immediatezza, memore delle avanguardie d’anteguerra in tempi di rappel à l’ordre, il libro enuncia i fondamenti di una teoria architettonica di straordinaria modernità e singolare forza innovativa. Il rigore dell’impostazione si coniuga felicemente con una fantasia e una ricchezza intellettuale che investono, non solo sul piano tecnico ma anche su quello formale, ogni problema riguardante l’organizzazione dello spazio, nel quale si situano la casa e l’arredo urbano. Il richiamo alle forme della tradizione, viste nell’esemplarità di alcuni grandi maestri – Fidia e Michelangelo sopra tutti –, si coniuga con altri richiami, più consoni a rappresentare le esigenze e i valori dei tempi nuovi: le grandi opere di ingegneria e i mezzi di trasporto. In estrema sintesi, il tempio greco rivive nei treni, nelle automobili, negli aerei, nei piroscafi. «L’architettura è il gioco sapiente, rigoroso e magnifico dei volumi assemblati nella luce»: questa frase, espressione del lirismo logico di Le Corbusier, ha il suo naturale complemento in un’altra celebre formula: «La casa è una macchina da abitare». Ciò che fa da ponte tra le due enunciazioni e le unisce è, nella civiltà delle macchine, la funzione, la fruibilità; senza dimenticare la linea e la geometria: in una parola, la forma.

Verso Una Geo Architettura

Author: Aa.Vv.
Publisher: Gangemi Editore spa
ISBN: 8849269226
Size: 77.84 MB
Format: PDF
View: 6207
Download
Topologia, linguaggio e geometria dei luoghi e tipologia, linguaggio degli stili, si intrecciano come una dissolvenza incrociata nel tessuto delle due trame che sintetizzano il percorso creativo dell'arte del travasare e l'arte del costruire di Paolo Portoghesi: il metodo dell'ascolto e il metodo storico. Due metodi indispensabili per porsi in cammino verso il linguaggio della terra, verso una geo-architettura che poggia sul terreno della geofilosofia, che è la filosofia dell'abitare e avanza come una primavera silenziosa, un fenomeno di resistenza - tenera crescita - che Paolo Portoghesi sostiene come antidoto contro la volontaria e ostinata amnesia dei "monumenti scintillanti" dell'architettura contemporanea che violentano le nostre città.[...] La ricerca della semplicità nell'architettura non è una provocazione, è la ricerca di un nuovo equilibrio. Attraverso il costruire, si persegue un far abitare che soddisfi non soltanto le esigenze pratiche, come il difendersi dalle intemperie o il tepore del fuoco ma qualche cosa di più: dare alla casa un senso del sacro, che scaturisce dal costruire come far abitare che è far essere. L'architettura deve essere quindi un'azione responsabile che si concretizza in un oggetto che sfida l'eternità, affermando un ruolo preciso: rendere possibile il dialogo tra le diverse generazioni che si avvicendano nello scenario della terra. [Petra Bernitsa] Saggi e contributi di Nicola Carrino, Nicola Zingaretti, Livio de Santoli, Paolo Portoghesi, Fabrizio Da Col, Marco Durastanti, Francesca Gottardo, Fabiomaria Mecenate, Marta Putelli, Donatella Scatena.

Verso Una Geo Architettura

Author: Petra Bernitsa
Publisher: Gangemi Editore spa
ISBN: 884929218X
Size: 70.91 MB
Format: PDF, Docs
View: 6011
Download
Topologia, linguaggio e geometria dei luoghi e tipologia, linguaggio degli stili, si intrecciano come una dissolvenza incrociata nel tessuto delle due trame che sintetizzano il percorso creativo dell'arte del travasare e l'arte del costruire di Paolo Portoghesi: il metodo dell'ascolto e il metodo storico. Due metodi indispensabili per porsi in cammino verso il linguaggio della terra, verso una geo-architettura che poggia sul terreno della geofilosofia, che è la filosofia dell'abitare e avanza come una primavera silenziosa, un fenomeno di resistenza - tenera crescita - che Paolo Portoghesi sostiene come antidoto contro la volontaria e ostinata amnesia dei "monumenti scintillanti" dell'architettura contemporanea che violentano le nostre città.[...] La ricerca della semplicità nell'architettura non è una provocazione, è la ricerca di un nuovo equilibrio. Attraverso il costruire, si persegue un far abitare che soddisfi non soltanto le esigenze pratiche, come il difendersi dalle intemperie o il tepore del fuoco ma qualche cosa di più: dare alla casa un senso del sacro, che scaturisce dal costruire come far abitare che è far essere. L'architettura deve essere quindi un'azione responsabile che si concretizza in un oggetto che sfida l'eternità, affermando un ruolo preciso: rendere possibile il dialogo tra le diverse generazioni che si avvicendano nello scenario della terra. [Petra Bernitsa] Saggi e contributi di Nicola Carrino, Nicola Zingaretti, Livio de Santoli, Paolo Portoghesi, Fabrizio Da Col, Marco Durastanti, Francesca Gottardo, Fabiomaria Mecenate, Marta Putelli, Donatella Scatena.

L Architettura Didattica

Author: Franco Purini
Publisher: Gangemi Editore spa
ISBN: 8849253540
Size: 21.48 MB
Format: PDF, ePub, Docs
View: 4281
Download
L'architettura didattica, prodotta da un progetto di comportamento disciplinare e pedagogico, apprende dalla città i motivi della propria esistenza mentre le insegna la sua necessità. Solo nella circolazione reciproca di significati tra edifici e tessuti urbani l'architettura può ritrovarsi come scontro esplicito tra il primato della teoria e la necessaria parzialità di questa, tra l'oggettività della città e la soggettività della singola esperienza di progetto. L'Architettura didattica è anche quel grande edificio costruito dalla totalità di disegni di architettura tracciati dagli studenti sui loro tavoli; e quella invisibile ma preziosa forma di risparmio creata dal loro lavoro operaio. Dobbiamo riconoscere oggi in questo risparmio l'unica vera risorsa di cui disponiamo per costruire la città nuova.

Costruire Un Senso Del Territorio

Author: Stefano Aragona
Publisher: Gangemi Editore spa
ISBN: 8849274823
Size: 18.40 MB
Format: PDF, ePub, Docs
View: 4186
Download
Occuparsi di urbanistica è occuparsi dei processi di antropizzazione, ovvero di eventi non inevitabili o necessari ma che dipendono da scelte. Questo è ancor più vero nel momento in cui la globalizzazione moderna, fenomeno legato alle prima inesistenti opportunità tecnologiche – cioè la telematica, il trasporto aereo e quello ad alta velocità – sta modificando gli assetti territoriali che per millenni, ma soprattutto dalla rivoluzione industriale si sono concretizzati. Perdita di senso, di riferimenti sociali e culturali incombono e sembrano essere divenuti il prezzo da pagare per un indecifrabile percorso dettato negli ultimi decenni dall'economia che ha preso il sopravvento sulla politica, cioè l'arte di gestire la polis: più i territori sono deboli, o sono divenuti tali, più soggiacciono a queste logiche. Costruendo e realizzando il Workshop di Tropea si è iniziato a sperimentare sul campo come le riflessioni critiche elaborate possano aiutare a ricostruire un senso dello spazio e, contemporaneamente, l'abitante a divenire cum-cives. Questo libro continua il percorso dedicato all'identificazione delle nuove fenomenologie legate al formarsi della città globale e quindi al tema della ricerca di una possibile, auspicabile, identità individuale e collettiva, sostenibile sia riguardo le risorse naturali che socialmente. Se ciò lo si riuscirà a realizzare in territori oggi cosí problematici, resi ancor più distanti da opzioni economiche non troppo lontane, allora la parola speranza è lecita per l'urbanistica moderna e quindi per il bene pubblico, anzi, per il bene comune primo che è la città.