Aninu

Aninu

Aninu è la storia di una prostituta sacra dell'isola vulcanica di Santorini prima della grande eruzione del XVII secolo a.C. che ha cancellato la civiltà minoica "nello spazio di un giorno e di una notte tremenda", come ci riferisce Platone nel Timeo riferendola alla mitica Atlantide. Le vicende narrate in questo romanzo, la cui protagonista, fondando una comunità ideale di vita chiamata Thera e facendosi tutt'una con la tragica fine della sua amata isola, si presentano come eventi fondativi della cultura occidentale. In Aninu, la descrizione dei luoghi, la rappresentazione dei costumi, la rievocazione delle credenze e dei miti delle popolazioni toccate dalle vicende narrate sono frutto di una meticolosa ricerca archeologica su ciò che sappiamo di questo misterioso popolo che vanta, come antenati, gli abitanti della più antica città del mondo, Çatal, nell'odierna Turchia, oggi dichiarata patrimonio dell'umanità, e come discendenti le mirabili popolazioni della Grecia classica. La storia di Aninu e della sua isola, unitamente alle vicissitudini degli altri protagonisti, offrono al lettore l'occasione per rivisitare, e in qualche modo per rivivere, gli aspetti meno conosciuti o ancora abitati dal mistero delle multiformi civiltà che si sono affacciate sul Mediterraneo, inesauribile mare delle meraviglie.

Leonidas

Leonidas


Vere da pozzo di Venezia

i puteali pubblici di Venezia e della sua laguna

Vere da pozzo di Venezia


Liuteri & sonadori

Venezia 1750-1870

Liuteri & sonadori


L'Impero del Manyo e l'Eremo Incantato

L'Impero del Manyo e l'Eremo Incantato

Per qualche istante si senti inghiottita dal fondo. Avvertiva solo il rumore del vento che ruggiva attraverso i fitti rami e che si attorcigliava fra i capelli. Correva lungo un viottolo ben battuto e senza aiuole, l'inverno era passato da poco perche l'aria che le sbatteva in faccia era tiepida e gradevole, e il cupo verso dei gufi le dava il senso della notte. Improvvisamente si alzo una fitta nebbia che le copri i passi dilatandosi ai lati in piccole spire. Jess si volto piena d'ansia, il cuore le martellava nelle orecchie e nel petto, e per un momento ebbe la percezione che la nausea la stesse per sopraffare. Pur di sentirsi al sicuro avrebbe gettato via tutto, anche quella belva furiosa che le stava dilaniando l'anima a forza di morsi. Si era persa nell'oblio. In un baratro che non le dava scampo. Era imprigionata nella sua parte oscura.

UNA SPOSA PER 6

UNA SPOSA PER 6


Glittering consciousness

from video art to interactive art

Glittering consciousness